• 29 Luglio 2013:Concordanza Armonica!

    Posted on luglio 16, 2013 by in News


    534391_386326031438866_1075611024_n

     

     

    Mi permetto di riprendere il termine che utilizzò l’astrologo John Mirehiel che definì l’eclissi e la configurazione che l’allineamento di alcuni pianeti “disegnò” in cielo come Concordanza Armonica. Era esattamente il giorno 8 di Novembre dell’anno 2003 in cui vi è stata la Luna piena, un’eclissi lunare, e la configurazione di una STELLA DI DAVIDE nel cielo. Mi ricordo benissimo quella notte,ero ospite di una cara amica in Valtellina e decidemmo di ricevere quella potente attivazione immersi nelle “vasche” naturali all’aperto di acqua termale. Che meraviglia! Fu un’infusione di Luce lunare,acqua,calore,aria fresca sulla pelle (era pur sempre Novembre) e così unimmo il nostro Cerchio ringraziando per quella benedizione e abbondanza.

    Da quel momento cominciai a sentire l’impulso di approfondire la ricerca sul significato della stella esagonale,applicandola alla presenza ed armonia che passa dal reticolo cristallino e dalla sua manifestazione. Approfittando di ciò che dopo circa dieci anni apparirà di nuovo anche se attraverso un allineamento di diversi pianeti rispetto al 2003 e qui lascio a chi è esperto più di me la lettura astrologica,vorrei offrirvi una parte di ciò che ho elaborato,letto, ricercato sulla Stella Esagonale,applicandola alle qualità cristalline.  

    L’esagramma

    Le figure geometriche sono l’espressione dei numeri. I numeri appartengono al mondo dei principi, ed è scendendo nel piano fisico che diventano figure geometriche. A seconda della figura geometrica che si contempla, si sente sorgere in sé un certo pensiero o un certo stato di coscienza.

    Si può affermare che il triangolo è il principio maschile che si unisce al principio femminile per dar vita ad un certo principio. Il triangolo equilatero vi dà l’idea di un’armonia perfetta, perché esprime l’accordo tra i tre principi.

    L’esagramma, o stella a sei punte, o Stella di David,o Sigillo di Salomone è in origine ritrovata nei documenti crittografati della antica civiltà Mu.Si trova nel sigillo reale ed è la rappresentazione di ciò che esisteva in origine,l’UNIONE. In origine non esisteva la Separazione,la Polarità. In questo ciclo evolutivo l’Uomo ha appreso ed imparato attraverso la densità materiale la sofferenza della separazione. In questo momento di passaggio, la lezione più grande che possiamo apprendere è Ri-unire ciò che dentro di noi è ancora diviso, le diverse parti che sono in guerra tra loro, non sono riconosciute, solo perché diverse tra loro.

     La Stella esagonale è formata da due triangoli equilateri intrecciati uno nell’altro. Tradizionalmente il triangolo con la punta in alto rappresenta il fuoco,il principio maschile, lo spirito, mentre il triangolo con la punta in basso rappresenta l’acqua, il principio femminile, la materia. Per rappresentare questi due principi in attività, come nell’esagramma, il simbolismo deve essere invertito,lo spirito che è in alto, scende verso la materia per elaborarla, mentre la materia che è in basso sale verso lo spirito per essere elaborata, il triangolo con la punta in basso rappresenta il principio maschile ed il triangolo con la punta in alto il principio femminile. La stella a sei punte è il simbolo di tutti gli esseri che sono riusciti a sviluppare in loro i due principi maschile e femminile, sono androgini. L’ incontro dei due triangoli simboleggia l’unione perfetta dello spirito e della materia.

    Attraverso la  rappresentazione di questo simbolo creato con la presenza di cristalli specifici collegati alle qualita’ che vogliamo unire o far collaborare,creeremo equilibrio,pace, nutrimento,dentro e fuori di noi.

    LA GEOMETRIA SACRA

    I “solidi Platonici”, anche chiamati ” i cinque poliedri regolari”, sono forme tridimensionali icui angoli e facce sono dello stesso tipo. I solidi platonici sono solo uno dei molti aspetti della “geometria sacra. Questo termine include i credo filosofici e spirituali della geometria in molte culture in tutto il mondo. La geometria sacra ha le sue radici nell’ Egitto antico. Il nome geometria letteralmente significa misurare la terra. All’incirca seimila anni fa lo straripamento annuale del Nilo avrebbe distrutto tutti i confini locali territoriali. Per evitare dispute ed assicurare un’equa tassazione, fu studiato un metodo per stabilire i confini. Questo metodo richiedeva due uomini, una corda rigida e la conoscenza del triangolo pitagorico.La geometria sacra evolse in una parte integrale dell’architettura, filosofia ed arte. La grande piramide di Cheope (si stima essere stata costruita attorno all’anno 2575 A. C.) contiene massicce informazioni di matematica, astronomia e geologia contenute nelle sue dimensioni e proporzioni. I matematici si stanno ancora chiedendo esattamente come gli antichi egizi fossero in grado di poterlo fare. Da una parte essi usavano un diverso sistema di numerazione che non include lo zero. Equazioni molto difficili che richiedono un’algebra complessa e trigonometria erano molto facili da svolgere con il sistema antico. Nelle antiche civilizzazioni quasi tutto era formalizzato in un atto di devozione. I lavoratori e gli artigiani praticavano la credenza universale che “gli atti di magia dovevano essere svolti accordandosi ad un preciso e non mutevole rituale”, e questo rituale era la geometria. La mente umana è stata affascinata dalle forme geometriche fin da prima della nascita di Platone in Atene nell’anno 427 A. C. Platone, dopo la morte di Socrate lasciò Atene e viaggiò in paesi dove venne a contatto con le nozioni Pitagoriche. Pitagora, il padre della matematica, visse alcuni centinaia di anni prima di Platone. Sebbene egli sia conosciuto per aver sviluppato alcuni dei principi basici della matematica e dell’astronomia, egli fu in primo luogo un filosofo, credette nel significato mistico dei numeri, (numerologia) e nella metempsicosi, l’eterna ricorrenza delle cose. Nel sesto secolo A. C. Pitagora usò il triangolo retto come la rappresentazione dell’universo. Con questa nuova conoscenza, Platone ritornò ad Atene e scrisse una serie di dialoghi tra Socrate ed altri, nei quali si porta ordine nell’universo attraverso la metafora dei solidi geometrici. Nel dialogo Platone descrive ognuno dei cinque poliedri regolari con il suo elemento archetipo corrispondente. Questi cinque poliedri regolari possono essere contenuti in una sfera: TETRAEDRO,CUBO,ICOSAEDRO,OTTAEDRO,PENTADODECAEDRO.

     IL SIMBOLISMO GEOMETRICO

    Il simbolo è il linguaggio della natura stessa, i simboli sono come l’essere umano: uno scheletro, un’intelaiatura sulla quale sono venuti ad aggiungersi la carne, i nervi, le arterie,le vene, ma quando muore, tutto se ne va e dell’uomo non rimane che l’essenziale: lo scheletro. Il mondo dei simboli è il mondo della vita,ogni oggetto è un simbolo che contiene la vita,un seme. E’ importante approfondire il linguaggio dei simboli, poiché facendo apparire i legami e le corrispondenze tra le cose, esso rivela la profonda unità della vita.

    Il cuore CRISTALLINO esagonale della Terra

    La terra è per la maggior parte ferro, ma relativamente poco di questo metallo pesante si trova sulla sua superficie, che è costituita da elementi più leggeri come il silicio e l’ossigeno. Quando la terra si formò bilioni di anni fa, la maggior parte del ferro sprofondò nelle profondità a causa del suo peso. Due “cuori” si formarono, uno più esterno di ferro fuso, che si pensa sia responsabile del campo magnetico terrestre; Il cuore più interno è ancora più in profondità con una pressione e solidificazione così grandi che il ferro è solido anche se la temperatura è estremamente alta. Il cuore più interno della terra è sotto una pressione così grande che è solidificato anche se c’è una temperatura sopra i 7000 gradi Fahrenheit. Alcuni scienziati ora credono che il cuore sia un cristallo singolo di atomi ferro con un proprio campo magnetico. Esso è circa 1500 miglia largo e forma meno dell’uno per cento dell’intero volume della terra. Fino ad ora gli scienziati lo considerano oscuro, non significativo e senza un grande impatto sul pianeta. Nuovi studi suggeriscono altrimenti. Questa massa di metallo sembra avere una venatura come ha il legno. Si pensa che le condizioni estreme dell’internodella terra sono esattamente quello di cui ha bisogno ogni singolo cristallo per crescere più grande che se crescesse vicino alla superficie della Terra. Alcuni esperti credono che il cuore profondo della Terra sia una struttura cristallina di gigantesche proporzioni, il Dottor Ronald Cohen afferma che vi è un gigantesco cristallo singolo, come un diamante al centro della Terra. Il modo principale di studiare la regione più profonda della terra è con sensori che ricevono le vibrazioni nel terreno (onde sismiche). Questo permette agli scienziati di costruire il percorso e la velocità delle onde che si irradiano fuori da un grande terremoto. Le registrazioni dei terremoti mostrano che le onde sismiche impiegano quattro secondi in più per andare attraverso la Terra da est a ovest che dal nord al sud. Una ragione per la differenza nella lunghezza delle onde sismiche è che devono passare attraverso un oggetto che le trasmette con una velocità diversa in direzioni diverse. Un cristallo ha questa proprietà e può facilmente produrre questo fenomeno. Il ferro può formare cristalli in tre forme geometriche conosciute. La prima è un corpo cubico centrato , un singolo atomo di ferro che è circondato da altri otto che formano un cubo. E’ comunemente trovato sulla superficie della Terra, ma è troppo instabile alle alte temperature per esistere al cuore della Terra. La seconda costruzione geometrica è una faccia cubica centrata nella quale un singolo atomo di ferro è circondato da dodici vicini e che si ripetono senza fine quest’ unione in un motivo cubico. Questa struttura è stabile all’alta pressione, ma la grandezza della direzione fallisce per quello che riguarda le informazioni sismiche. La terza forma è conosciuta come un pacco esagonale chiuso. Anche questo ha un atomo singolo circondato da una dozzina di vicini ,ma il modo di unione è un prisma esagonale e può, non solo sopportare l’alta temperatura e la pressione, ma anche le informazioni sismiche. La teoria di un cristallo singolo può anche spiegare le domande sul comportamento del campo magnetico della Terra. E’ stato detto che le onde trasmesse da un terremoto, trasmesse attraverso un grande cristallo interno potrebbero avere una sottile ripercussione nella forma di un tipo particolare di un onda debole misurata sulla superficie della Terra. Quando questa onda debole sarà misurata, questo proverà che il cristallo gigantesco è nel cuore della Terra. Dal momento che l’Ematite radica energie spirituali più alte nel corpo fisico sembra perfettamente naturale focalizzando sul Chakra Terra Stella , buttare l’ancora e connettersi con il cristallo esagonale al centro della Terra. Questa tecnica radica il nostro essere nel cuore della forza della Terra. Questo cristallo gigantesco al centro della Terra è quasi come la grandezza della nostra luna , approssimativamente 2400 chilometri attraverso. E’ totalmente inaccessibile ad un’osservazione diretta, poiché è circondata da ferro liquido del cuore più esterno. Le turbolenti correnti del cuore esterno di ferro creano movimento e questo cuore è responsabile per il campo magnetico della Terra. Il cuore più interno non può generare un campo magnetico da solo, ma il magnetismo del cuore esterno induce un campo in esso, così come una calamita temporaneamente magnetizza uno spillo. E’ scientificamente confermato che il cuore interno è anisotropico, cioè che ha una specifica qualità direzionale. Possiede anche una grana simile alle striature del legno e permette alle onde sonore di viaggiare più veloci come viaggiano in direzione nord-sud. Questo potrebbe forse spiegare come mai ogni alcune centinaia di migliaia di anni i poli magnetici del sud e del nord della Terra si spostano e si fermano temporaneamente in un orientamento intermedio (forse causato dal cuore interno). Autorevoli sismologhi hanno scoperto che il cuore della terra si sta muovendo in direzione Est e che ruota più veloce della Terra. Ogni 400 anni il cuore compie un giro in fronte alla terra. Si crede che il cuore cristallino può essere cresciuto gradualmente alla grandezza presente come il ferro liquido alla base del cuore esterno si è solidificato e si attacca al cuore interno. Questa lenta solidificazione del ferro in cristallo può avere impiegato bilioni di anni a formarsi con la pressione schiacciante e l’estremo calore che prevale al centro della Terra. Come il nostro pianeta cresce , il cuore interno solido cresce continuamente a spese del liquido del cuore esterno. Cosa succeda quando il cuore interno sorpasserà il cuore esterno è sconosciuto. Quello che si conosce è che la nostra preziosa terra ha la sua propria perfezione ed è completamente organizzata e cristallina in natura. Vi è una semplice meditazione che ci può aiutare a connetterci con il vero centro magico della Terra. E’ meglio fare questo con i piedi nudi sulla Terra. State in piedi , il peso del corpo su ambedue i piedi,la vostra spina dorsale diritta, rilassate le vostre spalle e cominciate a respirare profondamente. Connettetevi coscientemente al vostro Anima Stella. Inspirate come visualizzate una luce bianca dorata che arriva attraverso la cima della vostra testa. Come inspirate, dirigete la luce dell’Anima Stella verso il basso attraverso la vostra spina, nel Chakra di base. Espirate e dirigete questa energia verso le gambe, fuori dalle piante dei piedi, nel Chakra Terra Stella. Ancoratevi nel cristallo al centro della Terra focalizzando la tua mente e respirando profondamente. Allineatevi con esso, sentite le sensazioni e fidatevi di esse. Quando vi sentite connessi con la griglia esagonale, iniziate a inspirare con la focalizzazione al centro della Terra. Come voi respirate profondamente, portate l’energia cristallina della Terra su nel Terra Stella, le vostre gambe e nel Chakra di base. Espirate come dirigete l’energia della Terra nella vostra spina e su e fuori dalla sommità della testa per connettervi con l’Anima Stellare. Inspirate nuovamente da questo Chakra indietro giù alla base della spina, espirate giù verso le gambe e nel Terra Stella per ancorare. Continuate a respirare in questo modo. Come voi praticate questa respirazione e visualizzazione non state solo attivando il vostro sistema dei dodici Chakra, ma anche coscientemente ancorando nella più perfetta fonte di forza disponibile, il cuore esagonale cristallino di ferro al centro della Terra.

     

     

     

    Related posts: