• Il Cristallo Maestro “Custode della Terra” di Kauai

    Posted on aprile 26, 2013 by in Da Katrina

     

    Mi dispiace informare i lettori che è stato necessario rimuovere il capitolo intitolato “L’Attivazione del Custode della Terra” dal libro La Trasmissione Cristallina.
    I Cristalli Custodi della Terra (vedi informazioni sul libro “ Manuale di Cristalloterapia”) sono stati programmati per conservare la storia della razza umana sin dai giorni di Atlantide. Quando queste memorie sono attivate consapevolmente da un gruppo di persone con un intento comune, possono essere diffuse e nuove informazioni possono penetrare nel cristallo ed essere utilizzate per il momento che stiamo vivendo.
    Cominciai a lavorare con il Custode della Terra a Kauai nel 1989. Era localizzato in un Monastero induista chiamato Kadavul. Per anni ho lavorato spesso insieme a questo cristallo, condividendo con i monaci induisti le informazioni ricevute. Con il tempo il Custode della Terra divenne via via sempre meno disponibile al pubblico e alle mie visite. In seguito i monaci decisero di costruire un nuovo tempio per questo cristallo sullo stesso terreno, chiamandolo Iraivan.
    Quando scrissi “La Trasmissione Cristallina”, inclusi un capitolo riguardante il nuovo tempio Iraivan ed incoraggiai le persone a fare generose donazioni per la sua costruzione. Prima di pubblicare queste informazioni, il maestro Sivaya Subramuniyaswami (Guru Deva) mi assicurò che il nuovo tempio che stavo promuovendo sarebbe stato il posto dove persone di tutte le religioni sarebbero state in grado di rimanere con il Custode della Terra, senza distinzioni di razza, genere o credenze spirituali. Questa informazione si rivelò del tutto falsa.
    I templi induisti sono architettonicamente disegnati in modo da conservare l’energia che vi circola, dentro i muri del tempio. Il Cristallo Custode della Terra, ancora dentro il Tempio Kadavul, è stato solamente utilizzato dai monaci come Shiva lingam ed in cerimonie quotidiane per canalizzare l’energia della loro divinità. In altre parole, nessuna energia del Cristallo può sfuggire dal tempio. E’ stato programmato per il loro proprio scopo. Il Cristallo Custode della Terra sta diventando via via più nebuloso e scuro, mano a mano che la sua energia è usurpata.
    L’attivazione originaria del Custode della Terra non è stata terminata ed il cristallo è mantenuto isolato dalla terra, dalla luce solare, dal tocco dell’energia femminile e da ogni personale interazione con molte persone che viaggiano per poterlo vedere.
    Il nuovo tempio che sta per essere costruito per ospitare il Custode della Terra non sarà diverso, nessuno, ad eccezione dei monaci potrà toccarlo. Questo è esattamente l’opposto di quello che mi era stato detto quando lavoravo direttamente con Guru Deva e i suoi monaci, prima di lasciare che questa informazione venisse stampata nel mio terzo libro e di incoraggiare i miei lettori a fare donazioni.
    Questo particolare cristallo è anche un Cristallo Maestro Iside, (vedere le informazioni su “La Trasmissione Cristallina”). La maggior parte dei cristalli non sono relazionati ad una energia maschile o femminile, ma i cinque lati della faccia a Iside nella parte frontale e centrale di questo Custode della Terra, lo definiscono come una forza femminile. Per molti anni ho accettato che il Custode della Terra Iside venisse confinato, mantenuto in uno spazio ristretto, facendo tantra spirituale con Shiva. Tuttavia, quando recentemente andai a visitare il Cristallo, a parlare ancora una volta con i monaci riguardo al proposito iniziale, e visitai lo spazio del nuovo tempio, fu chiaro per me che il nuovo tempio che stava per essere costruito per ospitare il Cristallo avrebbe reso il Custode della Terra ancora meno accessibile di quello che è ora, incastrato dal granito, senza luce naturale, terra, ed interazione umana.
    Il Custode della Terra Iside sta compiendo il suo lavoro. Eretto e fiero, esattamente al centro della più antica religione patriarcale del mondo, il Custode della Terra Iside, mantiene strenuamente, dentro di sé la forza del femminile. Anche se sembra che ci sia poca possibilità che possa ricevere la luce diretta del sole, o avere il contatto con la terra, o servire il proprio vero scopo, io ho fiducia in questo percorso. E’ più grande di me, del mio libro, del tempio Induista, o del Cristallo in sé. Vi è un piano divino che si sta svolgendo. Io ora comprendo quanto in questo momento sul pianeta vi sia uno squilibrio tra forza maschile e femminile. Credo fermamente che le religioni spirituali patriarcali siano alla base di questo, trattenendo questo squilibrio con la paura di perdere potere e controllo. Questo cambierà, deve cambiare. Il mio lavoro con il Custode della Terra non è finito.
    Mi scuso sinceramente con i miei lettori per aver creduto nelle informazioni ricevute e per le donazione fatte nella speranza di aiutare la creazione di uno spazio nel quale ognuno potesse venerare l’essenza divina che dovrebbe essere al disopra di singole definizioni religiose. Mi dispiace. Sfortunatamente non è stato questo il caso. Mi hanno mentito.

    Katrina Raphaell

    Related posts: