• Illuminazione Cristallina

    Posted on aprile 26, 2013 by in Bibliografia

     

    Illuminazione Cristallina

    Nel 2008 il quarto libro viene tradotto in italiano da Priyen Patrizia Tassini e stampato dalle edizioni Verde Chiaro.
    Prefazione
    “Ho letto il materiale che Katrina mi aveva spedito per la traduzione tutto di un fiato, come si beve un bicchiere d’acqua fresca in una giornata estiva. L’elaborazione e la sperimentazione di queste informazioni hanno impegnato la Raphaell per molto tempo, più di quello che lei si aspettasse. Ad oggi e non credo sia una coincidenza, questo libro è stato stampato e tradotto solo in Giappone ed in Italia, due paesi molto diversi tra loro, ma con tradizioni antiche.
    Dalla pubblicazione del libro” La Trasmissione Cristallina”, sono passati sette anni, un intero ciclo di crescita e cambiamento. Proviamo a fermarci un attimo e pensare a che punto siamo nel nostro percorso e poi cominciamo la lettura di questo libro che ci aiuterà ad andare avanti ed a sentirci “Luce sulla Terra”.
    La Signora dei Cristalli ha creato per noi una scala luminosa con radici molto profonde che si connettono con il Cuore della terra, i cui scalini sono rappresentati dai suoi libri, uno sull’altro. Questo quarto volume ci permette di arrivare a toccare il cielo e di avere un ampio panorama di quello che è sotto di noi. E’ nostra responsabilità ORA, costruire lo scalino successivo.
    I “nuovi” Cristalli presentati in questo libro ci parlano di un nuovo arcobaleno, di frequenze di colore che con la loro luce richiamano la gioia di “Essere” e di poter partecipare alla creazione di un più grande scalino collettivo di ri-unione, completamento, illuminazione. Essi, nel frullatore che ora è diventata la nostra vita, sono meravigliosi compagni di viaggio, con la loro presenza, bellezza, memoria antica e capacità di cambiamento.
    Io ringrazio loro per essermi accanto, ringrazio la mia insegnante ed ogni persona che mi ha sostenuta e continua a sostenermi per poter continuare questo cammino.”

    Priyen Patrizia Tassini

    Related posts: